Servizio Clienti:39.011.02.69.900

8 CIBI ESTIVI

  • Pubblicato in News

Tra gli alimenti per prepararsi all'estate, ve ne proponiamo 8, facili da reperire, da avere sempre in frigo, a portata di mano.

 1. IL CETRIOLO PER IDRATARE
Il cetriolo è ottimo contro la disidratazione: è composto per lo più d’acqua (circa 95%) ed ha un apporto energetico ridottissimo, per questo motivo è ritenuto un ottimo alleato di chi ha necessità di depurare l’organismo e vuole seguire un regime alimentare ipocalorico. La sua integrazione nella dieta durante i mesi più caldi non solo aiuta ad alleggerire l'organismo, ma gli permette di ricevere anche vitamine (vitamina C), sali minerali (calcio, potassio, sodio e fosforo) e aminoacidi importanti. La pelle risulterà da subito più elastica e fresca, idratata profondamente.
> Si può consumare in fresche insalate, ma anche in centrifugati freschi a base di frutta o verdura e macedonie 

2. LA ZUCCHINA PER L'ABBRONZATURA
Le zucchine sono povere di sale, rinfrescanti e facilmente digeribili; ricca fonte di minerali (potassio, ferro, calcio e fosforo) e di vitamina A, vitamina C e carotenoidi, la zucchina favorisce una perfetta abbronzatura e calma e rilassa l'organismo. Verdura non a caso di stagione, la zucchina possiede un bassissimo valore calorico, composto per il 95% da acqua, cosa che la rende particolarmente adatta nelle diete ipocaloriche.

 > Se pensate che si possano consumare solo cotte vi sbagliate di grosso: un'ottima ricetta le vede marinate, ovvero tagliate a fettine sottilissime, condite con un poco sale rosa, pepe, olio extravergine d'oliva e tanto succo di limone. In inverno si possono aggiungere scaglie di formaggio stagionato, ottimo il castelmagno per esempio, mentre in estate si può optare per un primo sale o farne degli involtini freschi ripieni di ricotta e mentuccia.

3.  IL SEDANO, ANTIOSSIDANTE E DEPURATIVO
Alleato di intestino, cervello, ossa, pelle, occhi, il sedano aiuta l'organismo a mantenersi giovane. Contiene potassio, fosforo, magnesio e calcio, vitamina C, vitamina K e, in minore quantità, alcune vitamine del gruppo B e vitamina E. Il sedano è composto per circa il 90% da acqua; per questo motivo è diuretico e depurativo. Dal sedano si ricava un prezioso olio essenziale con spiccate proprietà antiossidanti; il sedano a coste bianche viene utilizzato in genere crudo, nelle insalate, mentre il sedano a coste verdi è adatto alla cottura, per insaporire.
> Per beneficiare pienamente di tutti i minerali presenti è meglio consumarlo freschissimo e crudo. Si abbina bene a molte insalate, per esempio ecco un’insalata rimineralizzate a base di sedano e noci:

Ingredienti:

> 2 coste di sedano,
> 2 carote novelle,
> 300 grammi di noci sgusciate,
> una mela renetta,
> sale, olio extravergine d’oliva, pepe.

 Procedimento: tagliare a pezzetti le coste di sedano e la mela, le carote a la julienne, tagliare alcuni gherigli di noce a altri lasciarli interi. Mescolare il tutto, condire con poco sale, pepe e olio d’oliva. In alternativa ecco un ottimo centrifugato diuretico: tre carote, un gambo di sedano, mezza mela verde, una fetta d'anguria. 

4. IL MELONE PER RINFRESCARE
Grazie alle sue proprietà, il melone è un frutto rinfrescante, diuretico, dissetante; ha inoltre potere lassativo. È composto principalmente di acqua, circa il 90%; per quanto concerne minerali e vitamine contiene soprattutto potassio, fosforo, calcio, vitamina C e vitamina B3. L’alta percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici anche sulla circolazione e sulla pressione arteriosa.
> Ecco a seguire la ricetta per preparare fantastici ghiaccioli al melone. 

Ingredienti:

> 400 ml di acqua
> 100 ml di zucchero integrale di canna
> mezzo chilo di polpa di melone
> menta fresca

Preparare lo sciroppo con l'acqua e lo zucchero integrale di canna e far raffreddare. Frullare la polpa di melone molto maturo insieme a qualche fogliolina di menta fresca. Versare lo sciroppo nella polpa di melone, mescolare bene e mettere negli stampini.

5. LA PESCA PER TONIFICARE
Diuretica e leggermente lassativa, la pesca (pescanoce, pesca tabaccaia, pesca a pasta bianca o gialla) rimineralizza l'organismo provato dal caldo, lo tonifica e lo rinfresca; inoltre è diuretica e disintossicante. Catalogata tra la frutta polposa, è ricca di acqua (85-90%) e contiene zuccheri semplici (12%), principalmente fruttosio. Ha un discreto contenuto di vitamina C e carotenoidi, trasformati dall'organismo in vitamina A, che migliorano le difese dell'organismo e combattono l'invecchiamento della pelle.

> La pesca può essere consumata in macedonie, frullati, ma anche in fresche e originali insalate (provate per esempio l'abbinamento pesca, rucola e mozzarella fresca). Un'altra variante perfetta per l'estate è il sorbetto alla pesca:

Ingredienti:

> 500 grammi di pesche
> 150 gr di zucchero di canna integrale
> 200 ml di acqua

Preparazione: basta frullare le pesche dalla polpa morbida e matura con lo zucchero di canna integrale, precedentemente disciolto in un pentolino con l'acqua. Si può usare un contenitore di metallo lasciato raffreddare precedentemente in freezer, versandovi il composto, riponendolo in freezer e mescolandolo ogni mezz'ora per un totale di sei volte prima di servire.

6.  IL CARCADE', CONTRO L'INSONNIA
Il carcadè o karkadè, che si ricava dai fiori di ibiscus essiccati, più che un alimento è una bevanda, ma merita di essere citato perché è davvero perfetto, anche in abbinamento con la frutta, per far fronte al torrido caldo estivo e all'insonnia che esso comporta. La bevanda, particolarmente apprezzata in Egitto, dove viene consumata sia calda che fredda; ha forti capacità astringenti che aiutano a combattere la disidratazione e la sete. È antinfiammatoria, lenitiva, vitaminizzante (ricchissima infatti di vitamina C), utile anche nella stipsi cronica e la presenza degli antociani la rendono una pianta angioprotettiva.

> Ecco una ricetta ideale:
Ingredienti:

> un cucchiaio colmo di carcadè
> succo e fettine di limone bio
> un cucchiaio di miele
> un cucchiaio di ribes
> un cucchiaio di lamponi maturi

Preparazione: portare a ebollizione un po' di acqua in un pentolino, togliere dal fuoco e unirvi il cucchiaio di carcadè, lasciare raffreddare il tutto e aggiungere il cucchiaio di succo di limone bio e qualche fettina, il miele, il ribes e i lamponi maturi. Mescolare e lasciare raffreddare prima di sorseggiare. Ideale la sera per chi soffre d'insonnia dovuta al caldo. 

7. YOGURT E KEFYR PER NUTRIRE
Lo yogurt comunque sia consumato, intero, magro, liquido, compatto, è un alimento ricco, leggero, rimineralizzante e benefico per l'organismo e la flora intestinale, spesso provata durante il periodo estivo a causa dei cambiamenti legati alle vacanze. Questi benefici si rendono evidenti anche esternamente, in quanto la pelle appare più sana. Lo yogurt intero contiene proteine, carboidrati, grassi, una buona percentuale di calcio, vitamine, soprattutto quelle del gruppo B. Alimento molto saziante, adatto nelle diete ipocaloriche, favorisce il ricambio della bile e riequilibra il colesterolo e il sistema nervoso centrale; un vasetto da  150 g di yogurt naturale fornisce un terzo dell'apporto giornaliero raccomandato di calcio a sole 90-100 kcal. Anche il kefir, una bevanda rinfrescante e salutare simile a uno yogurt liquido, ricca di fermenti lattici e probiotici vivi e benefici, dal gusto fresco, leggermente acido ma particolarmente piacevole, è considerato un elisir di lunga vita ed è particolarmente indicato per chi ha bisogno di energia o deve recuperare le forze dopo un periodo difficile.

8. LA MENTA PER DISINFETTARE

Dall'azione digestiva, antisettica e rinfrescante, la menta, grazie al mentolo, ha anche proprietà calmanti e disinfettanti: è perfetta per arricchire gli alimenti, che acquisiscono subito un gusto più fresco, ma anche nelle bevande, per dissetare e placare gli effetti della calura estiva. Si può usare per profumare insalate di zucchine, insalate di legumi o di cereali, frittate, involtini freschi di mozzarella e melanzane, o per arricchire salse (come la salsa indiana alla menta e yogurt, decisamente rinfrescante) e condimenti vari.

> Per preparare una bevanda rinfrescante la qualità più adatta è la menta piperita. Ecco una ricetta:
Ingredienti:

> tè verde (circa 30 grammi)
> foglie di menta fresca (10-15 foglie)
> zucchero integrale di canna o miele

Preparazione: preparare un infuso con il tè verde e le foglie di menta fresca, e addolcite come più vi aggrada, con zucchero integrale di canna o miele, lasciare raffreddare in frigo o a temperatura ambiente prima di consumare. 

> Con le foglie essiccate di menta si può preparare anche una bevanda aromatica al limone, basta unirle alla scorza di limone biologico, lasciare in infusione il tutto per qualche minuto e infine irrorare di succo di limone fresco, dolcificando a piacere. Evitate però di consumare le bevande alla menta durante le ore serali: il loro effetto stimolante potrebbe causare insonnia.

 

Leggi tutto...

LA TORTA PASQUALINA

  • Pubblicato in News

Piatto tipico della cucina tradizionale ligure, protagonista in questi giorni su molte delle nostre tavole, è la torta pasqualina. Rustica, naturale e semplice, la potete preparare con carciofi, zucchini, (è particolarmente buona con i tipici zucchini dolci liguri trombetta), zucca, bietole o spinaci. In qualunque modo, rimane sempre un piatto gustoso, in grado di riempire senza appesantire troppo. La torta pasqualina è perfetta anche per un picnic di Pasquetta tra amici. Ecco come preparare la versione light:

INGREDIENTI

farina 
2 uova
1/2 cipolla
500 g di carciofi / zucchini / bietole
olio extravergine di oliva, sale e acqua q.b.
3 manciate di riso
pepe, maggiorana, noce moscata

PREPARAZIONE

Impastare la farina con l'olio, il sale e tanta acqua quanto basta per ottenere una pasta di giusta consistenza. Aggiungere qualche ricciolo di burro, ripiegare la pasta in tre e lavorare, ripetere la procedura con l'inserimento di qualche ricciolo di burro, ripiegare in tre e continuare a lavorare la pasta, aggiungendo sempre un po' di farina ad occhio per non farla attaccare durante la lavorazione. Coprite la palla di pasta con la pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigo. Affettate molto sottili gli zucchini o procedete a far saltare i carciofi (o le altre verdure) con la cipolla, porro o cipollotto, a piacere. Uniteci le uova. Unite la verdura [quella cotta e quella affettata a crudo, come nel caso degli zucchini], al riso, sempre a crudo. Regolare di sale, pepe e noce moscata a piacere.

Per chi ha necessità di tenersi più leggero, far saltare le bietole (solo le foglie), o le altre verdure scelte a disposizione, con porro o cipolla, in una casseruola, insieme a poca acqua e al succo di mezzo limone. 

Dopo aver oliato [sempre con olio extravergine di oliva] la teglia, stendete la base della pasta, aggiungete il ripieno e coprite con l'altra pasta.
Infornate a 180°, per minimo 45 minuti. Controllare lo stato di duratura della pasta. Se necessario, Far cuocere ancora 10' / 15'.

La si può servire, a seconda dei gusti, tiepida o fredda.

 

Leggi tutto...

SPOSSATEZZA PRIMAVERILE

  • Pubblicato in News

Le temperature sono in aumento, abbiamo una maggiore voglia di dormire e capita di sentirci più affaticati del solito. Per risolvere questi inconvenienti è meglio non ricorrere ai farmaci, ma a delle sostanze naturali, da introdurre anche nella nostra alimentazione o da usare in casa.

Con il cambio di stagione il nostro organismo si trova ad avere a che fare con una maggiore quantità di luce, cambiano spesso anche i nostri ritmi e il corpo e la mente fanno fatica ad adattarsi. Ecco che ci sentiamo fiacchi, privi di energia, stressati, abbiamo un leggero, ma continuo, mal di testa e non abbiamo voglia di fare nulla. Più che altro capita di dover contrastare una sensazione di sonnolenza predominante. 

COME FARE?

Per prima cosa è essenziale curare l’alimentazione: cercare di evitare alcuni cibi in particolare, come la carne rossa, i latticini e gli alcolici. Possibilmente è meglio lasciare da parte anche quelli che contengono il glutine. Ampio spazio, invece, alla frutta e alla verdura fresca di stagione. In particolare le verdure a foglia verde fanno bene al fegato e lo disintossicano. Lo stesso discorso vale per due o tre tisane al giorno a base di ortica, tarassaco, bardana e gramigna. Senza dimenticare mai di bere molta acqua.

Ci sono poi alcuni cibi energizzanti per eccellenza, come ad esempio le fragole, le banane, gli spinaci, i mirtilli e i pomodori, che contengono sali minerali, vitamine, antiossidanti e ferro. Molto utili possono essere anche i fiori di Bach, specialmente se la spossatezza è più mentale che fisica. 

Per aiutare il nostro organismo a depurarsi, possiamo avere cura di iniziare una dieta disintossicante, accompagnata dal movimento, passeggiate, giri in bici, escursioni in mezzo alla natura. 

In generale, possiamo tener presente che possono essere utili, con l’arrivo della primavera, gli integratori a base di magnesio, per contrastare l’irritabilità e la stanchezza. Molto importanti sono anche quelli a base di vitamina C, che ci possono aiutare a rafforzare le difese immunitarie nel passaggio dal freddo al caldo.

Da non trascurare l'assunzione di vitamina A, per proteggere la pelle sensibile dagli agenti esterni. E poi ancora potassio, calcio, ferro, vitamine del gruppo B e betacarotene, che ha un effetto antiossidante. Esistono poi integratori multifunzionali, con molte sostanze che fanno bene al nostro organismo, come, ad esempio fibre e probiotici.

Vai a VITAMIN EVERY DAY, il nostro integratore in capsule a base di vitamine ed oligoelementi

Vai a MINERAL EVERY DAY, il nostro integratore in capsule a base di minerali

Leggi tutto...

5 C

  • Pubblicato in News

5 alimenti ricchi di vitamina C

La vitamina C è essenziale per la corretta funzionalità del nostro sistema immunitario, in quanto aiuta la produzione di anticorpi. La dose raccomandata di Vitamina C per il nostro benessere fisico è di 60 mg al giorno.

1. La regina indiscussa della vitamina C è l'arancia, un vero e proprio concentrato di energia e sole, alleata di apparato cardiaco, colon e sistema immunitario. Le arance potenziano le difese dell'organismo e rallentano forme degenerative tumorali. Insieme alle arance, anche altri agrumi, come mandarini, clementine, limoni e pompelmo, sono ricchi di vitamina C. Le arance ne contengono 59 mg ogni 100 g e 83 g per frutto; i mandarini, soprattutto le clementine, ne contengono 49 mg ogni 100 g e 36 per frutto.

2. Broccoli, cavoli e cavolfiori. I broccoli contengono 89 mg di vitamina C ogni 100 g, il cavolo crudo fornisce 120 mg di vitamina C ogni 100 g;

3. I kiwi contengono 84 mg per frutto. Sono spesso dimenticati, ma contribuiscono molto bene al giusto fabbisogno giornaliero di Vitamina C consigliato;

4. La Papaya, oltre ad essere molto ricca di vitamina A e di acido folico, contiene 188 mg di vitamina C per ogni frutto di medie dimensioni;

5. Peperoni e Peperoncini. I peperoni gialli e rossi contengono 341 mg di vitamina C per ogni peperone, i peperoni verdi, 132 mg. Un peperoncino verde contiene circa 110 mg di vitamina C. Il peperoncino rosso, invece, ne contiene 65 mg;

Se siete poi grandi mangiatori di fragole, segnaliamo che anche questo dolce frutto, associato spesso a molti dessert, apporta il suo contributo per una dieta ricca di vitamina C. Ne fornisce 59 mg per ogni 100 g.

COSA E' IMPORTANTE SAPERE

La carenza di vitamina C, comporta sintomi come stanchezza, affaticamento, inappetenza, dolori muscolari e maggiore predisposizione alle infezioni. Può generare astenia, febbre, anemia, stanchezza e avere ripercussioni sul benessere di capelli, pelle e unghie. Altri sintomi caratteristici, dovuti alla carenza da vitamina C, possono manifestarsi con respiro corto, cattiva digestione, capelli fragili o che si spezzano, problemi alla pelle, indebolimento dello smalto e facilità alla formazione di ematomi. In presenza di uno o più segnali simili, potrebbe essere necessario quindi, sotto supervisione del medico curante, supportare la propria alimentazione con l'integrazione di vitamina C.

Vai al nostro integratore in capsule VITAMIN EVERY DAY

5 vitamin C rich foods

Vitamin C is essential for the correct functioning of our immune system, as it aids in the production of antibodies. The recommended dose of vitamin C for our physical well-being is of 60 mg per day.

1. The undisputed Queen of vitamin C is the Orange, a real concentrate of energy and Sun, an ally of the cardiac system, colon and immune system. Oranges enhance the body's defences and slow tumor degenerative forms. Together with oranges, as well as other citrus fruits such as mandarins, clementines, lemons and grapefruit, are rich in vitamin c. Oranges contain 59 mg every 100 g and 83 g for fruit; mandarins, clementines, mostly containing 49 mg every 100 g and 36 for the fruit.

2. Broccoli, cabbage and cauliflower. Broccoli contains 89 mg of vitamin C per 100 g raw cabbage provides vitamin C 120 mg per 100 g;

3. Kiwis contain 84 mg for fruit;

4. Papaya, very rich in vitamin A and folic acid, contains 188 mg of vitamin C per medium-sized fruit;

5. Peppers and Chilies. Yellow and red peppers contain 341 mg vitamin C for each bell pepper, green peppers, 132 mg. A green chili contains about 110 mg of vitamin C. The Chili's, on the other hand, contains 65 mg.

If you are then big eaters of strawberries, we point out that this sweet fruit, often attached to many desserts, make its contribution to a diet rich in vitamin c. provides 59 mg per 100 g.

WHAT IS IMPORTANT TO KNOW

The deficiency of vitamin C causes symptoms such as tiredness, fatigue, loss of appetite, muscle aches and increased susceptibility to infections. Can generate asthenia, fever, anemia, fatigue and have an impact on the welfare of hair, skin and nails. Other characteristic symptoms, caused by vitamin C deficiency, may occur with short breath, indigestion, or brittle hair that break, skin problems, weakening of Polish and ease the formation of hematoma. In the presence of one or more similar signals, it may be necessary to so under physician supervision, support their food with vitamin C supplementation.

Go to our food supplement in capsules VITAMIN EVERY DAY

Leggi tutto...

Prepararsi al Natale

  • Pubblicato in News

RIMEDI NATURALI PER PREPARARSI AI GRANDI PRANZI IN FAMIGLIA DELLE FESTIVITA' NATALIZIE

Ecco semplici consigli da seguire se prevediamo aperitivi, pranzi e cenoni impegnativi, che possono recare disagio al nostro intestino, al fine di preservarne la normale funzionalità. Per evitare che le scorie alimentari irritino l’intestino in profondità, ci si può preparare prima, grazie all'ausilio di semplici ma efficaci rimedi naturali: il carbone vegetale (assorbe l’infiammazione), la verbena (purificante) e l’anice stellato (anti fermentativo).  

Si tratta di un trattamento preventivo naturale a quei disturbi derivanti dall'indigestione o dalla non digestione a seguito di pasti troppo articolati, seppur buonissimi e casalinghi.

1. Prevedi l’assunzione di un infuso al finocchio o alla malva, tutte le sere, da 5 giorni antecedenti il primo appuntamento a tavola.

2. Prendi il carbone vegetale. Disponibile in farmacia sotto forma di tavolette, il carbone vegetale assorbe l’eccesso di gas e scorie. Modo d'uso: Prendine 2 compresse al giorno, mattina e sera, con un abbondante bicchiere d’acqua.  

Trattamento post pranzo/cena

Dopo il pranzo o la cena, bevi un infuso caldo di anice stellato con miele di tiglio, dal forte carattere calmante: combatte eventuale mal di pancia e ristabilisce la corretta mobilità intestibale. Modo d'uso: In una tazza d’acqua fai bollire 3-4 stelline di anice, filtra e dolcifica con miele.

Massaggia la pancia (stomaco e intestino), con l'olio essenziale di Verbena odorosa, efficace per facilitare la digestione, per ridurre la formazione dei gas intestinali e stimolare la funzionalità epatica. Modo s'uso: 5 gocce di olio in un cucchiaio di olio di mandorle dolci. Massaggiare l'unguento sul ventre fino a totale assorbimento.

 

NATURAL REMEDIES FOR PREPARING LARGE FAMILY DINNERS OF CHRISTMAS HOLIDAYS

Here you are simple tips to follow if we are aperitifs, lunches and dinners with ease, which may be uncomfortable in our intestines, in order to preserve the normal function. To prevent food waste deep gut my armpits/pubic zone, you can prepare before, thanks to the help of simple but effective natural remedies: the charcoal (absorbs inflammation), la verbena (purifying) and anise (anti fermentation).

IT IS A NATURAL PREVENTATIVE TREATMENT TO THOSE AILMENTS CAUSED BY INDIGESTION OR FROM NON DIGESTION AFTER MEALS TOO RIGID, THOUGH DELICIOUS, AND HOUSEHOLD GOODS.

1. Expect taking a fennel infused or mauve, every evening, from 5 days prior the first appointment to the Board.

2. Take the charcoal. Available in pharmacies in the form of tablets, the charcoal absorbs the excess gas and slag. How to use: just got 2 tablets per day, morning and evening, with a large glass of water.

POST LUNCH/DINNER

After lunch or dinner, drink a hot star anise infused with Linden honey, with a strong calming character: fights any tummy ache and restores the correct intestibale mobility. How to use: In a cup of water then boil 3-4 stars, filter and anise as sweetening with honey.

Massaging the tummy (stomach and intestines), with the fragrant vervain essential oil, effective to facilitate digestion, to reduce the formation of intestinal gas and stimulate liver function. How to use: 5 drops of oil in a tablespoon of sweet almond oil. Massage the ointment ventrally until total absorption.

Leggi tutto...

LE ERBE AROMATICHE IN CUCINA

  • Pubblicato in News

Le erbe aromatiche, a partire dalla cucina, contribuiscono al fisiologico benessere di cui necessitiamo nella vita di tutti i giorni, per sentirci in forma. Semplici ricette, buone, con il giusto apporto calorico-proteico, per gustare tutta la bontà della natura. Ecco qui la nostra idea di fusilli al rosmarino.

Fusilli al rosmarino per 4 persone
Tempo di preparazione: 25 minuti

Ingredienti: 350 gr. di fusilli, 300 ml. di passata di , 1 rametto di rosmarino freschissimo, 1 spicchio di aglio, olio extravergine di oliva q.b. 

Preparazione: scaldate un filo di olio extravergine di oliva con lo spicchio di aglio e il rametto di rosmarino interi, versate il passato di pomodoro, regolate di sale e fate scaldare e insaporire per 5-10 minuti. Lessate i fusilli in abbondante acqua salata, scolateli al dente in una zuppiera e unite il sugo dal quale avrete eliminato lo spicchio di aglio e il rametto di rosmarino. Mescolate bene e servite.

Accorgimenti: avvolgete il rosmarino con uno spago sottile da cucina, sarà più facile da togliere.

Idee e varianti: anziché usare il Parmigiano o il Grana, spolverate i fusilli al rosmarino con del pecorino grattugiato. 

Potete prepararvi l'olio aromatizzato lasciando semplicemente 2 rametti di rosmarino immersi in una bottiglia piccola di olio extravergine di oliva, per almeno 2 settimane: potrà servire per condire con più gusto moltissimi piatti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

ATTENZIONE! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Log in or create an account